Villa di Serio, ucciso in un agguato Agostino Biava

176

Assassinato in un’abitazione molto isolata sopra il paese. L’omicidio ha tutte le sembianze di un regolamento di conti. L’abitazione di Agostino Biava, in via Pomarolo 30, è stata raggiunta da due killer, uno dei quali armato di revolver. L’uomo, con il complice, ha varcato la porta e ha poi esploso almeno due colpi contro Biava, agricoltore e storico custode di una tenuta agricola sopra il paese.

Il 22 giugno, a Campagnola, era stato trovato morto, ucciso in un canale, Sabaudin Bregu, albanese di 34 anni, marito della figlia di Biava e fratello della seconda moglie del quarantaseienne. I Carabinieri del nucleo investigativo di Bergamo e il pubblico ministero Fabrizio Gaverini stanno ancora indagando su quel primo omicidio di fine giugno.

Non si esclude che dietro i due omicidi, molto probabilmente legati tra loro, possano esserci racket illeciti, per ora non ancora individuati con certezza. I due killer, dopo l’omicidio, si sarebbero dileguati nei boschi, recuperando probabilmente un’auto che si trovava ad una certa distanza da via Pomarolo, strada che può collegare sia a Gavarno sia alla Tribulina di Scanzo.