Mondragone, catturato a Formia il latitante Alessandro Sbordone

Bloccato alla stazione ferroviaria dove era con una donna mentre un fiancheggiatore stava acquistando i biglietti per raggiungere Modena. I militari dell’arma ipotizzano che il reggente del clan Fragnoli-Gagliardi-Pagliuca fosse intenzionato a raggiungere l’estero.

Alessandro Sbordone è destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in carcere, la prima emessa dalla Dda di Napoli per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso; la seconda emessa dalla Procura del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per minacce aggravate, porto di armi ed esplosione in luogo pubblico di colpi d’arma da fuoco.

L’uomo si era reso irreperibile la sera dello scorso 28 giugno, quella della semifinale degli Europei vinta dall’Italia contro la Germania, quando furono esplosi numerosi colpi d’arma da fuoco nei confronti di due pregiudicati agli arresti domiciliari a Mondragone.

L’uomo è sfuggito alla cattura anche lo scorso 4 dicembre nell’ambito dell’operazione di Polizia coordinata dalla Dda che ha avuto per destinatari 35 indagati per il reato associativo di traffico di stupefacenti del tipo cocaina, crack e hashish, aggravata dall’aver agito al fine di agevolare il clan camorristico egemone a Mondragone.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mondragone, catturato a Formia il latitante Alessandro Sbordone Mondragone, catturato a Formia il latitante Alessandro Sbordone ultima modifica: 2013-01-18T19:19:18+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0