Taranto Ilva, l’autorità giudiziaria vuole la chiusura dello stabilimento

Un attacco forte e diretto da parte del presidente dell’Ilva, Bruno Ferrante, nel discorso degli auguri per Natale e fine anno rivolto ai dipendenti del siderurgico. Nel suo intervento davanti a centinaia di persone ha ripercorso i primi sei mesi passati alla presidenza dell’Ilva, ha detto che le vicende giudiziarie che hanno investito la società e lo stabilimento, sono quelle che hanno creato “maggiore turbamento” e tuttavia ha sottolineato di non essere riuscito a capire le ragioni dell’azione dei giudici che hanno portato al sequestro dell’area a caldo, considerato che, ha affermato il presidente dell’Ilva, “sia i periti che i procuratori hanno detto e scritto che l’Ilva rispetta la legge”.

“E allora – si è chiesto Ferrante – se rispettiamo la legge, di cosa siamo accusati? L’Ilva inquina, è la risposta, l’Ilva costituisce un pericolo. Ma la verità non è quella descritta dalle perizie”. Riferendosi poi ai magistrati, Ferrante ha evidenziato come non ci siano stati “serenitá d’animo ed equilibrio di giudizio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Taranto Ilva, l’autorità giudiziaria vuole la chiusura dello stabilimento Taranto Ilva, l’autorità giudiziaria vuole la chiusura dello stabilimento ultima modifica: 2012-12-19T06:39:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0