La colpa e’ dei grandi? Musical che non ci convince!

“La colpa e’ dei grandi?” e’ una pop comedy in scena al teatro Brancaccio fino al 25 Novembre. Il musical e’ interpretato prevalentemente da giovani in lotta con i primi amori, con genitori invadenti, con altri assenti,con insegnanti isterici. Emerge una grande voglia di vivere. Il corpo di ballo funziona appena, le musiche talvolta orecchiabili, i protagonisti lasciano a desiderare. Tutti avrebbero bisogno di un corso di recitazione. Se si canta, si balla e si recita bisogna saperlo fare!

3 pensieri riguardo “La colpa e’ dei grandi? Musical che non ci convince!

  • 24 novembre 2012 in 10:36
    Permalink

    Cara Elvia, ho visto anche io lo spettacolo ieri sera e stavo cercando qualche articolo su internet. Per caso ho trovato il tuo.. Io non sono un critico teatrale e sinceramente non mi sognerei mai di postare un giudizio … Anche se adesso mi verrebbe davvero voglia di creare almeno un blog per dire cio’ che penso .. Ma comunque .. Una curiosita’.. Ma tu chi sei? Che mestiere fai? Perche’ per criticare…. Bisogna saperlo fare!

  • 24 novembre 2012 in 15:48
    Permalink

    Sono stato anch’io a vedere La colpa e’ dei grandi? al Brancaccio ieri sera e mi chiedo che spettacolo Elvia abbia visto. Ho trovato lo spettacolo nuovo, frizzante e coinvolgente. Le musiche erano azzeccate e credo che l’autore non abbia sbagliato un colpo. Vogliamo parlare del testo della canzone che apre il secondo atto? Oltre all’interpretazione magistrale del ragazzino, le parole aprono un mondo introspettivo che pochi testi presenti nel panorama della musica italiana sanno fare. E la canzone/tema del musical? Sono un appassionato del genere musical e solitamente il tema viene riproposto quaranta volte, ma il questo musical basta una sola volta perche’ ti rimanga in testa. Un pezzo che sa riassumere tutte le caratteristiche interiori dei personaggi presentati nella messa in scena. Ascoltatele davvero le canzoni quando assistete ad uno spettacolo del genere, i testi sono spesso fondamentali e in questo spettacolo aprono approfondoimenti psicologici che danno un respiro molto piu’ ampio ai personaggi. E’ l’unico musical di cui ho comprato il disco e di cui davvero vorrei riascoltare le canzoni. Coreografie strepitose realizzate con pochissimi elementi, considerando che tutti gli attori sono stati utilizzati. I ragazzini davvero bravi tutti, spontanei e veri. Nessuno ha notato la naturalezza dell’essere sopra le righe del Cancelliere nel secondo atto? E la spontanea simpatia del bullo? Unico appunto: l’idea scenografica e’ pregevole, ma necessitava di una mobilita’ maggiore che avrebbe reso la messa in scena molto piu’ interessante ed innovativa.

  • 26 novembre 2012 in 10:22
    Permalink

    A me lo spettacolo è piaciuto. Voto 8.

Lascia un commento