Bergamo, 8 poliziotti e 3 militari giocano alle macchinette mentre sono in servizio

La passione sfrenata per il “gioco” è contagiosa e non risparmia alcuno. In Lombardia ha colpito anche membri delle Forze dell’Ordine, che mentre di fatto erano in servizio, si intrattenevano alle slot machine. Nei guai sono finiti poliziotti e militari. A tradirli una segnalazione giunta in Procura dall’interno della Questura, che ha fatto partire l’indagine della stessa Squadra Mobile, che ha posto sotto controllo due sale giochi di Bergamo, che venivano raggiunte dagli uomini di pattuglia.

Addirittura sono stati trovati a giocare gli equipaggi di due pattuglie, le uniche di servizio in quel momento. Ad essere stati alla fine indagati per abbandono di servizio e truffa aggravata ai danni dello Stato sono stati 8 agenti della questura e 3 militari del primo reggimento trasporti autieri di stanza a Bellinzaga Novarese, aggregati per le pattuglie miste. Per 4 di loro è scattato il divieto di dimora a Bergamo e sono stati trasferiti al commissariato di Treviglio.

Lascia un commento