Arezzo, assaltata azienda orafa, sequestro lampo del titolare

I banditi dopo essere riusciti a introdursi dentro la ditta, hanno chiuso il titolare che era solo dentro e poi hanno fatto manbassa di quanto hanno trovato. Quindi, prima che la loro vittima potesse liberarsi, si sono dileguati tra la folla. Erano più o meno le nove del mattino, ma il colpo era cominciato intorno alle otto e mezzo.

I due malviventi si sono spacciati per agenti delle Fiamme Gialle in borghese e lui ha aperto la porta. Una volta dentro, lo hanno immobilizzato e malmenato. In tutto sarebbero stati rapinati 2 kg d’oro e 8 di argento, per un valore intorno ai 90 mila euro.

Indaga la polizia, ma in via XXV aprile sono arrivate anche le ambulanze per i primi soccorsi al sequestrato sotto choc.

La Polizia scientifica ha effettuato dei rilievi nel bagno del bar Tucci, perchè sembra che un componente della banda vi si sia fermato prima di effetture il colpo. Non è ancora sicuro che qualcosa possa emergere, ma la Polizia non vuole lasciare niente al caso, intanto si cercano le impronte digitali.

Lascia un commento