Pescara, false fidejussioni per garantire capitali di centinaia di milioni di euro 9 arresti

Sequestrate quattro autovetture e una moto acquistate con i proventi delle truffe. Le indagini sono partite dalla denuncia presentata dal Presidente della Confidi Mutualcredito di Pescara presso la Polizia Postale accortosi che ignoti emettevano false polizze in nome della società che rappresentava. Dalle investigazioni è subito emersa la figura di un broker abruzzese che aveva proposto ai clienti (vittime delle frodi) le false fideiussioni.

L’uomo, sentito dai Finanzieri abruzzesi, ha dichiarato di essere stato a sua volta raggirato da una persona di Roma, spacciatasi per emissario della Confidi di Pescara. Le indagini che hanno condotto al sequestro del sito il sito internet confidimutualcredito.it e le caselle email ad esso collegate, come ad esempio info@confidimutualcredito.it, hanno svelato che queste erano state create ad arte per truffare le vittime, convinte di interagire col vero istituto di credito.

Lascia un commento