Giugliano, ucciso il rom Andrei Josevic alta tensione in ospedale

L’auto, secondo la ricostruzione delle Forze dell’Ordine, non si è fermata ad un posto di blocco della Stradale, quindi l’inseguimento e poi il conflitto a fuoco tra poliziotti e nomadi. Uno dei rom, Andrei Josevic, è stato gravemente ferito. I compagni lo hanno portato all’ospedale di Giuliano dove il nomade è deceduto. Gli altri rom sono poi fuggiti.

Secondo quanto riferisce la Polizia gli occupanti dell’auto, una Opel Kadett con quattro persone a bordo, hanno tentato di speronare l’auto della Stradale, ferma al km. 10 dell’ Asse Mediano, ed avrebbero risposto al fuoco.

All’ospedale di Giugliano, dove si trova il cadavere, ci sono forti tensioni. Alcune decine di nomadi rom dell’accampamento di Ponte Riccio a Giugliano si sono recati all’ospedale San Giuliano, dove è mortoil loro connazionale. Le forze dell’ ordine hanno fatto confluire rinforzi.

Lascia un commento