Crotone, sit in di amministratori e dipendenti

un momento del sit in

Il  sit in davanti al Municipio in Piazza della Resistenza

In questo palazzo ci sono persone“. E’ stato un grido forte e commovente al contempo quello che si è levato per un intensissimo quarto d’ora in piazza della Resistenza davanti al Municipio di Crotone dove dipendenti ed amministratori hanno voluto manifestare la propria condanna per l’aggressione subita da un funzionario comunale e ribadire la vicinanza allo stesso.
Si sono fermati, tutti insieme, per sottolineare la gravità di quanto successo e sono scesi davanti al palazzo che, proprio perché sentita come la “casa dei cittadini”, è il luogo dove la dignità della persona, dipendente, amministratore, cittadino è preminente.
Successivamente al sit in si è tenuta una assemblea nella sala consiliare alla quale, con il sindaco Peppino Vallone, la RSU, assessori e consiglieri comunali, hanno partecipato tutti i dipendenti.
Dopo l’incontro fi ieri ieri tra l’amministrazione e i rappresentanti sindacali dei lavoratori si è stabilito di intraprendere un percorso comune, oggi condiviso con tutti i  dipendenti comunali,

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, sit in di amministratori e dipendenti Crotone, sit in di amministratori e dipendenti ultima modifica: 2012-11-06T15:29:30+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

2 commenti per “Crotone, sit in di amministratori e dipendenti

  1. rosario
    7 novembre 2012 at 06:27

    Tutto bene “madama la marchesa” parla da ex dipendente comunale di Crotone ex dirigente sindacale, oggi, la città di Crotone ha subito altra ulteriore sconfita”la dignita del lavoratore è stata sventuta dalla casta del sindacato. Una protesta giusta da tutte le angolazione è stata trasformata in una farsa per salvare il culo di una amministrazione che, con grande amarezza ( da uomo di sinistra da lungo termine) questa amministrazione è incapace di amministrare e quindi meglio si toglierebbe dai piedi per vedere cosa fare di una città che fgiornalmente si impoverisce sempre di più . Rosario villirillo

  2. 15 novembre 2012 at 06:34

    C’è poco da commentare. Ha fatto tutto il sig. Villirillo! Grazie comunque della lettura|

Lascia un commento