Mostre, incontri e stagione di prosa successo per autunno cividalese in Friuli

Tutto esaurito al primo spettacolo della stagione di prosa, 380 gli abbonati al Teatro Ristori, 14mila i visitatori alla mostra su Lepscky. Sono i numeri eclatanti dell’autunno culturale proposto dalla Città Ducale (Cividale del Friuli – Ud) che, con questa stagione ricca di ricca di iniziative, si conferma come una realtà vivace, che guarda con orgoglio alla sua ricca storia e allo stesso tempo è protesa allo sviluppo del ruolo di importante polo culturale. “Seppur in tempi di tagli agli enti locali e di minori risorse economiche – sottolinea il sindaco Stefano Balloch – l’amministrazione comunale continua a investire sulla cultura, non solo perché i cividalesi sono notoriamente persone dedite ad arte, storia e teatro, ma anche perché la cultura a Cividale offre occasioni importanti di sviluppo sociale ed economico”.

***
I numeri
Teatro
Martedì 30 ottobre ha preso avvio la nuova Stagione di prosa al Teatro comunale Adelaide Ristori con lo spettacolo “Così è se vi pare” che ha registrato il tutto esaurito. La campagna abbonamenti per la programmazione 2012-2013 ha dato grandi soddisfazioni al Comune e all’Ente Regionale Teatrale: il già elevato numero di tessere staccate nella scorsa stagione è infatti aumentato, fino a toccare quota 380 abbonamenti venduti. Molto gradita dal pubblico anche l’offerta relativa alla serata dedicata al tango e al balletto, spettacoli previsti per i prossimi mesi.

Le mostre
Ottima la risposta dei visitatori per la mostra su Gian Maria Lepscky nella Chiesa di San Giovanni, nel Monastero di Santa Maria in Valle, curata da Fausto Deganutti. Chiusa domenica 28 ottobre, ha ottenuto ben 14mila presenze e innumerevoli visite guidate organizzate ogni domenica. Ultimo weekend per visitare la mostra “Dall’albero alla musica”, allestita presso il centro San Francesco dal Corpo Forestale Regionale, e la retrospettiva su Mitri nella Chiesa di Santa Maria dei Battuti, “nostra sede espositiva per le mostre d’arte – spiega Balloch – particolarmente adatta all’arte moderna”.

Le nuove mostre
Anticipiamo già che le prossime due esposizioni saranno quella organizzata dal Circolo di cultura sloveno “Ivan Trinko” intitolata “Orizzonti aperti. Arte del Novecento tra Italia e Slovenia” e, a dicembre, la Personale di Silvano Spessot, a cura dall’Assessorato alla cultura”.

A Palazzo de Nordis
Presso il Palazzo de Nordis, ultime settimane per visitare la mostra su Pellis organizzata dall’associazione “Venti d’arte”, che chiuderà i battenti il 18 novembre 2012 per lasciare il testimone, a fine mese, alla 3. edizione della mostra sui maestri del Novecento a cura della associazione “Amis di Cividat”.

La collaborazione dei giovani
Sono 28 gli incarichi affidati, tramite le borse-lavoro-cultura, ai ragazzi cividalesi per garantire l’apertura al pubblico delle vari sedi espositive. “Grande partecipazione di pubblico – conclude il sindaco – anche per gli incontri con i giornalisti-corrispondenti organizzati dalla nostra biblioteca; il pubblico è stato numeroso e attento alle serate con Capuozzo, Volcic e Pizzul”. E un folto pubblico è atteso anche per Antonio Caprarica, a Cividale il 16 novembre e per il nuovo ciclo di incontri che la Somsi organizzerà in questo periodo autunnale.
http://www.cividale.net

Lascia un commento