Napoli, armi dietro l’altare della chiesa Maria SS degli Angeli di Miano

Un vero e proprio arsenale composto da 7 pistole e oltre 250 cartucce. Erano occultate in un luogo sacro nel quartiere confinante con Scampia e Secondigliano, dove è in atto una faida tra gli “Scissionisti” e i “Girati” del gruppo di via Vanella Grassi. Le armi sono state individuate dai militari in una intercapedine dietro l’altare.

Durante una perquisizione in una comunità di recupero vicina alla chiesa, i militari dell’Arma, hanno trovato e sequestrato 150 grammi di marijuana e materiale per confezionarla e per immetterla sul mercato dello spaccio. Un detenuto agli arresti domiciliari in una stanza della comunità è stato trovato in possesso di un bilancino di precisione e di 40 grammi di anfetamina. Cortese Luca, 30 anni, è stato arrestato. Su un monitor nella sua stanza, grazie a una telecamera a infrarossi orientata verso l’ingresso, sorvegliava gli accessi al centro. Un altro detenuto agli arresti domiciliari nel centro, Francesco Comune, 36 anni, è stato trovato in possesso delle chiavi di accesso alla chiesa ed è stato arrestato.

Le pistole sono state inviate al Racis di Roma per verificare se siano state utilizzate dalla camorra.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, armi dietro l’altare della chiesa Maria SS degli Angeli di Miano Napoli, armi dietro l’altare della chiesa Maria SS degli Angeli di Miano ultima modifica: 2012-10-18T08:35:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0