Appello per i Marò, il Ministro Terzi conferma impegno per rientro in Italia

E’ di ieri la pubblicazione attraverso La Prima Pagina.it della lettera aperta del Generale Fernando Termentini al Ministro Terzi in relazione al caso dei due militari trattenuti in India (clicca qui per leggere). Non si è fatta attendere la risposta del Ministro che di seguito vi proponiamo.

“Caro Generale, la Corte Suprema di Delhi è chiamata ad esprimersi – come Lei saprà – su due petizioni sollecitamente presentate dal Governo italiano, che rivendicano l’immunità funzionale dei nostri due Marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone in quanto organi al servizio dello Stato italiano, petizioni che contestano inoltre la giurisdizione indiana sulla base del principio che attribuisce allo Stato di bandiera della nave la giurisdizione in caso di incidenti in acque internazionali. Sono queste le argomentazioni che i nostri Avvocati hanno articolato di fronte alla Corte in maniera assai dettagliata ed incisiva, avvalendosi anche dei contributi forniti dalla Farnesina e dai giuristi italiani che arricchiscono il consistente team di legali ed esperti che, sin da subito, abbiamo inviato in India. Sono le stesse argomentazioni che ho ribadito anche in mie dichiarazioni, interviste, occasioni di confronto pubblico, e negli oltre 100 incontri che ho avuto in questi mesi con i miei omologhi stranieri, in tutte le sedi internazionali. Il dibattimento davanti alla Corte Suprema di Delhi si è concluso nel merito il 4 settembre. La valutazione dei nostri legali è stata che la sentenza sarebbe stata pronunciata circa un mese dopo, la attendiamo quindi a giorni. Siamo dalla parte del giusto, e non abbiamo mai abbandonato – nemmeno un istante – i nostri ragazzi, e i nostri avvocati hanno svolto in maniera magistrale il loro lavoro. Conta soltanto – ne converrà anche Lei – il risultato finale.
La saluto caramente,
Giulio Terzi

Ministro degli Esteri della Repubblica Italiana”.