Le Castella, 9° convegno di Bioetica

Nei prossimi venerdì 27 e sabato 28 settembre presso  l’Igv di Le Castella, località turistica rinomata di Isola Capo Rizzuto si terrà il convegno sul tema : “Pensare – vivere – agire. La famiglia tra desideri e questioni bioetiche”. Si tratta del 9° appuntamento realizzato, con l’obiettivo di  riflettere sui temi bioetici guardando le problematiche dalla prospettiva e dall’esigenze della famiglia,  in sinergia con l’Ufficio diocesano di Pastorale Familiare, il Servizio diocesano per il Progetto culturale, l’Azione cattolica diocesana e l’Associazione nazionale insegnanti di religione.

È uno di quegli incontri voluti  in questi anni dalla Fondazione “Nostra Signora di Guadalupe”, la quale  ha avviato i Convegni di Bioetica invitando uomini e donne di cultura, di pensiero e di scienza, professori di chiara fama scientifica con i quali continua il suo confronto e mantiene vivo il rapporto di relazioni in vista della realizzazione di un Centro Studi di Bioetica.

 La Fondazione “Nostra Signora di Guadalupe”, voluta e costituita in Le Castella di Isola Capo Rizzuto dai già parroci in solidum don Antonio Staglianò, ora Vescovo di Noto, e da don Fortunato Morrone, attualmente docente ordinario di teologia sistematica all’Istituto Teologico Calabro in Catanzaro, è nata come parte integrante di un progetto pastorale capace di accogliere le grandi sfide che la contemporaneità scientifica e medica pone continuamente all’etica e alla sensibilità e alla cultura calabrese nonché alla fede di tanti cristiani. Ispirandosi al Vangelo, la Fondazione si propone di servire culturalmente la gente che abita questo territorio, con la consapevole certezza che un tale servizio ha certamente una ricaduta sociale, con una sua conseguente promozione nei vari campi della vita e delle relazioni umane.

Il convegno dei prossimi giorni  è accreditato presso il Ministero della salute (tramite provider Ideas n° 352) per l’educazione continua in medicina (14 crediti Ecm).