Vibo Valentia, Liceo musicale ripristinate le ore di strumento

“Dopo una battaglia condotta dal nostro sindacato per il riconoscimento di un diritto negato, l’Ufficio scolastico provinciale rivede le sue posizioni e ripristina le ore di strumento musicale per intero. Questo risultato dopo una diffida con la quale si chiedeva che ai docenti di scuola media di ruolo che avevano chiesto di essere utilizzati al Liceo Musicale, venissero assegnate tutte le ore disponibili e non quelle parziali  assegnate in precedenza. Infatti lo prevede l’art. 6 bis del CCNI del 24 agosto sulle Utlilizzazioni. Non assegnando tutte le ore vi era la non applicazione del contratto e si potevano rilevare azioni  di attività antisindacale. Questo in sintesi il contenuto della diffida nella quale chiedevamo l’immediata rettifica e la restituzione di tutte le ore. Il giorno 19 settembre, infatti l’Ufficio scolastico ha di nuovo pubblicato le utilizzazioni al Liceo musicale “Capialbi”, rettificando e quindi restituendo di fatto tutte le ore disponibili ai docenti di ruolo.

Si tratta di una battaglia condotta non in nome di qualcuno o per interessi di bottega, ma di un principio di legalità per la qualela FlcCgilè sempre stata in prima linea e sempre lo sarà, non certo a fini propagandistici e strumentali come altri sindacati che non avevamo mosso un dito in merito, con ipocrisia, ora rivendicano.

Mi chiedo – denuncia ancora la responsabile provinciale di Flc Cgil Teresa Procopio – come mai lo scorso anno questi signori non hanno avviato nessuna istanza per la stessa situazione e anche per quello che rivendicavamo pubblicamente, e cioè il rispetto delle regole, visto che qualcuno era stato nominato senza averne i titoli e i requisiti; tant’è che quest’anno, grazie a noi, gli stessi requisiti non gli sono stati riconosciuti; allora mi chiedo dove erano gli altri quando si consumava questa illegittimità ela Flc Cglstava da sola portando avanti una battaglia per la legalità?

Se sono così bravi – spronala Procopio- escano allo scoperto e si uniscano a noi e alle nostre denunce per i tagli di interi corsi di strumento musicale delle scuole medie di Zungri, Pizzoni e Arena. Solo allora sì che si può parlare di merito. E’ troppo facile prendersi i meriti dopo che altri ci hanno messo la faccia pubblicamente. Quando si tratta di scuola e di alunni e di posti di lavoro – rivendica – si deve agire e lavorare alla luce del sole, mettendoci la faccia e facendo conoscere la propria posizione, senza sotterfugi e ipocrisie. Inoltre bisogna sottolineare che in queste località già disagiate per la criminalità e per la marginalità in cui sono relegati, la scuola rimane ancora un punto di riferimento fondamentale; togliere le ore di strumento musicale, oltre all’altissima valenza qualitativa  di tale intervento formativo, quale è la musica come tutte le materie artistiche e culturali,  vuol dire favorire la dispersione scolastica, come ha sottolineato in diverse occasioni il maestro Muti a proposito del ruolo della musica per la legalità: “La musica non solo forma, ma salva”; ultimo il grande concerto con 1000 ragazzi delle varie bande, che si è svolto il 31 luglio a Reggio.

Per quanto riguarda la soppressione di interi corsi di strumento musicale, stiamo continuando la nostra battaglia per il loro ripristino, questa atroce mannaia ha spazzato via circa 12 posti 2 dei quali occupati da docenti di ruolo mentre gli altri sarebbero andati ai precari molti dei quali abilitati e prossimi all’immissione in ruolo. Inoltre gli alunni delle scuole medie falcidiate, avevano già acquistato lo strumento e tutto il necessario e avevano anche di  fatto superato l’esame attitudinale.
Abbiamo chiesto la documentazione all’Ufficio scolastico di Vibo per valutare i danni dei tagli nonché capirne la motivazione, ma ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta. Tutto tace da quel fronte. Noi però non ci scoraggiamo e andiamo avanti e stiamo predisponendo tutto il necessario e presto metteremo sul tavolo del Procuratore Spagnuolo tutta la vicenda , chiedendo, se necessario, un incontro ufficiale”.