Napoli, ucciso Vincenzo Masiello, cugino del calciatore del Toro

Ancora morte nel capoluogo partenopeo. A cadere sotto i colpi dei sicari un giovane di 22 anni, assassinato in vico Lungo Teatro Nuovo.

Vincenzo Masiello, raggiunto da alcuni colpi alla testa, è stato trasportato all’ospedale Vecchio Pellegrini dove è spirato poco dopo il ricovero. Sette i colpi d’arma da fuoco sparati all’indirizzo di Masiello che era bordo di uno scooter T-Max.

Avrebbe compiuto 23 anni il prossimo mese di novembre il ragazzo ucciso ai Quartieri, giovane con precedenti per rapina. Il ragazzo stava camminando in vico Lungo Nuovo da quando è arrivato un killer, a bordo di un T-Max, che ha esploso sette colpi di pistola. Era cugino del difensore del Torino Salvatore Masiello.

Subito dopo l’agguato i familiari della vittima si sono precipitati al Vecchio Pellegrini dove il giovane è stato portato con un’ambulanza. C’è stata un po’ di tensione in quanto i parenti pretendevano di vedere subito la salma del ragazzo. Gli agenti della squadra mobile di Napoli stanno svolgendo indagini per chiarire il movente di questa spietata esecuzione.

Con l’omicidio di Vincenzo Masiello sale a 44 il numero degli omicidi commessi dall’inizio del 2012 di cui 23 in città e 21 in provincia.