Isola Capo Rizzuto, ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri per ospitare la Tenenza

Caserma Cc Isola Capo Rizzuto

La Giunta comunale di Isola Capo Rizzuto ha approvato il progetto esecutivo per la ristrutturazione dello stabile che ospita la Caserma dei Carabinieri. Il progetto, per un importo complessivo di 150 mila euro, prevede interventi che serviranno a rendere l’immobile idoneo ad ospitare la Tenenza dell’Arma, istituita a Isola Capo Rizzuto nel 2004 ma mai realizzata a causa del difficile reperimento dei fondi necessari da parte del ministero della Difesa. A distanza di otto anni, i fondi per ristrutturare l’immobile, proprietà del Comune,  arriveranno da un mutuo che il Comune stesso si accinge ad accendere presso la Cassa Depositi e Prestiti, dopo la recente approvazione del bilancio di previsione 2012 e del conto consuntivo da parte del Consiglio comunale. Il progetto di adeguamento appena approvato dalla Giunta, invece, è stato redatto dall’ufficio tecnico dell’Aterp, e prevede una serie di lavori indispensabili per trasformare lo stabile da sede della Compagnia a sede della Tenenza. Contestualmente verranno assegnati i 12 alloggi Aterp già realizzati in via Eduardo de Filippo, ed espressamente riservati ad ospitare i militari in servizio presso la tenenza dell’Arma.

“La scelta di questa Amministrazione – ha commentato il sindaco Carolina Girasole – di investire sulla ristrutturazione della Caserma con fondi dell’Ente è dettata dalla necessità, ormai inderogabile, di rendere operativa la Tenenza dei Carabinieri in un territorio come quello di Isola Capo Rizzuto così esteso, difficile da controllare e interessato da problemi legati alla presenza della criminalità organizzata. È stata una scelta consapevole e ponderata, alla quale è stata data priorità assoluta, nella piena convinzione che la presenza di un numero maggiore di militari in forza all’Arma potrà servire anche a rendere più visibile la presenza dello Stato, a fare sentire le istituzioni più vicine alla cittadinanza. La Tenenza costituisce un presidio di legalità che potrà fornire un importante supporto alle altre istituzioni che operano sul territorio, ma soprattutto potrà avere una ricaduta importantissima in termini di sicurezza per il territorio e per i cittadini tutti”.