Caccia sospesa in Piemonte

Il Tar ha accolto la domanda di Lac, Pro Natura e Fondazione per l’Ecospiritualità per la sospensione del calendario venatorio. L’apertura della caccia era prevista il 16 settembre. La sospensione è stata decisa per mancanza del Piano Faunistico Venatorio, di Valutazione di incidenza e di risposte ai rilievi dell’Ispra.

Il ricorso sarà trattato nel merito il 23 ottobre 2013. Gli ambientalisti chiedono ora le dimissioni dell’assessore regionale Claudio Sacchetto.

Lascia un commento