Pescara, sotto chiave 600 tonnellate di olive in salamoia

Sequestrate dai Nas in quanto di provenienza sconosciuta per un valore di oltre 1 milione di euro. Durante una serie di controlli nelle industrie conserviere, i militari hanno individuato una grande azienda abruzzese che operava in precarie condizioni igieniche e senza garantire la sicurezza della propria produzione. L’opificio, esteso su circa 4 mila mq, è stato chiuso.

Lascia un commento