Gioia Tauro, il vigilantes Antonino De Masi mette a segno colpo al Banco di Napoli

Incredibile ma vero. Da “cacciatore” di ladri a rapinatore. Un giovane vigilante addetto al servizio di sorveglianza della filiale dell’istituto di credito del Banco di Napoli gioiese ha pensato bene di cambiare panni e si è impossessato di 250 mila e 900 euro. E così Antonino Denisi, 30 anni, di Santo Stefano d’Aspromonte, dipendente della ditta di sicurezza all’interno della banca, ha pensato di compiere un colpo che gli avrebbe reso più semplice la vita.

Subito dopo il colpo si  è dato  alla fuga, ma è stato individuato e fermato dai Carabinieri a Cittanova. Adesso è a disposizione dell’autorità giudiziaria e sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Al momento non è stata recuperata la refurtiva e gli investigatori proseguono le indagini.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin