Porto di Gioia Tauro i lavoratori bocciano la Cassa Integrazione

Hanno votato 1010 dipendenti della Medcenter Container Terminal, i quali hanno bocciato l’accordo sottoscritto tra la Regione e l’azienda che gestisce lo scalo portuale di Gioia Tauro e tra i sindacati di Cgil, Cisl e Ugl.

Sotto un caldo afoso di questo bruciante agosto lo spoglio sembrava interminabile. Tra i presenti l’ attesa è stata estenuante all’interno dei locali, allestiti per la votazione.  La tanto attesa scelta ha sancito che i dipendenti che si sono espressi negativamente anche contro i loro stessi rappresentanti sindacali.

Tre sigle per il “sì” convinto. Una, la Uil che, inizialmente ha preso tempo in attesa del piano industriale, ma alla fine è stata unanime per il “no” . A questo voto si è unito anche il partito dei non tesserati, lavoratori, nonchè padri di famiglia che hanno a cuore solo la “pagnotta quotidiana”. Solo il sindacato autonomo Sul ha manifestato sin dall’avvio delle trattativa tutta la sua contrarietà all’accordo.

La Mct aveva chiesto allo Stato, gli ammortizzatori sociali straordinari per riorganizzazione aziendale per 537 dipendenti, poi scesi a 486 dopo la firma dell’accordo, che quindi è stato bocciato. Adesso si che si apre una nuova fase critica  per i lavoratori  del Porto di Gioia Tauro.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin