Torino, l’offerta culturale non va in vacanza

“Con Europa Cantat si conclude il primo periodo di iniziative culturali rivolte a un pubblico giovanile. Credo di poter esprimere grande soddisfazione, sia per l’interesse sia per l’afflusso di pubblico che le hanno accompagnate. Abbiamo pensato di costruire una proposta culturale anche per agosto, un’offerta varia e ricca per fare buona compagnia a chi rimane in città”.

Ha così commentato Maurizio Braccialarghe, assessore alla Cultura, Turismo e Promozione del comune,  il lusinghiero risultato delle iniziative torinesi offerte dalla Città tra la primavera e il primo scorcio d’estate 2012, nel presentare questo numero speciale di TorinoClick dedicato alle occasioni culturali e d’incontro di agosto. Nelle pagine successive si potranno trovare tutte le proposte – cinema, mostre, spettacoli e appuntamenti di ferragosto – che consentiranno a chi rimane in città di trascorrere piacevolmente il proprio tempo.

“In questi mesi – prosegue l’assessore – abbiamo lavorato al programma di settembre a dicembre. Dopo l’estate infatti si riparte con altri importanti appuntamenti per tutti, cittadini e turisti, quest’ultimi sempre più presenti nella nostra città perché Torino è tra le mete più ambite per viaggi culturali. A settembre si ricomincia subito: il 5 si inaugurerà la sesta edizione di MiTo Settembre Musica, uno dei più grandi festival musicali europei che offrirà, come da tradizione, un calendario di ottima qualità. Al cartellone principale anche quest’anno verrà affiancato quello di MiTo per la città: oltre un centinaio di proposte, tra concerti e appuntamenti, per incontrare la grande musica in tutte le Circoscrizioni torinesi. Il mese sarà caratterizzato anche da altre importanti rassegne – continua Braccialarghe -.

Dal 16 al 21, Torino ospiterà, per il quarto anno consecutivo, il Prix Italia – 64^ edizione del concorso internazionale per la radio, la televisione e il web, distinto anche da un’importante mostra allestita a Palazzo Madama: ospiti delle storiche sale in piazza Castello, i lavori del grande Robert Wilson, versatile artista americano che negli ultimi trent’anni si è affermato nel teatro come nella musica, nell’architettura come nel design. Un’occasione per affrontare il rapporto tra arte antica e contemporanea attraverso un viaggio dentro il tema del ritratto.

Infine – conclude l’assessore – negli ultimi giorni di settembre, dal 26 al 30, ritornerà l’appuntamento con Torino Spiritualità, un’imperdibile occasione per incontrare autorevoli protagonisti del mondo culturale religioso e teologico con cui riflettere, in questa edizione, sul poetico tema del sorriso”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Torino, l’offerta culturale non va in vacanza Torino, l’offerta culturale non va in vacanza ultima modifica: 2012-08-03T12:01:05+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0