Il gelato di Cividale del Friuli spopola in Toscana

I toscani hanno gradito, e anche  gli esperti del settore di calibro nazionale: Carmelo Chiaramida, gelataio attivo a Cividale del Friuli (Ud), dopo aver spopolato al Firenze gelato festival comparirà addirittura su una rivista americana del settore e su numerose pubblicazioni italiane.

Alla manifestazione dello scorso maggio 2012, in piazza Santa Maria Novella, aperta al pubblico, il gusto proposto dal Carmelo è stato quello più mantecato: 9 quintali in 5 giorni; ciò significa che l’operoso gelataio ha lavorato ininterrottamente per esaudire tutte le richieste. “Presenti al festival tanti gelatieri selezionati, provenienti da tutto il mondo – racconta Chiaramida -; io ho scelto di offrire ai partecipanti una mia ricetta particolare: muffin al cioccolato fondente e amarena. E sono rientrato tra i primi 3, probabilmente sono il primo, che hanno mantecato più gelato alla manifestazione. Non facevo in tempo a produrlo che finiva subito, era il gusto più richiesto”.

Carmelo è titolare della gelateria artigiana Al Duomo, aperta a Cividale del Friuli nel 2007 con i soci Gabriele Bianchini e Giuseppe Mangiavillano (un’altra, “Dolci pensieri”, è attiva a Pozzuolo del Friuli – Ud -, in via della Cavalleria). Tutti e tre hanno conseguito il diploma di gelateria alla Scuola Fabbri 1905 di Bologna. Dopo un periodo di sana gavetta, i giovani raccologono tante soddisfazioni e molte gratificazioni: “abbiamo sempre puntato sulla qualità, niente coloranti e polverine. Lavoriamo col latte crudo, che  ha elevati valori energetici di termini di proteine e calcio; non essendo stato trattato termicatamente, infatti, lo pastorizziamo una sola volta. A giorni riceveremo un attestato dall’azienda agricola Bianchini Fratelli di Flumignano che certifica che la nostra gelateria è la prima in provincia (ma sicuramente anche in regione) ad aver utilizzato il latte crudo di Solo Pezzata Rossa Italiana; un altro attestato giungerà dalla Geatti per essere stato il primo in regione ad aver acquistato un mantecatore Bravo trittico Bio per l’utilizzo del latte crudo in gelateria”.

“La nostra cittadina si caratterizza da sempre per la particolare qualità delle attività artigiani del comparto dolciario – osserva Daniela Bernardi, assessore alle attività produttive del Comune di Cividale del Friuli -. Un settore estremamente gradito, non solo dalla cittadinanza ma anche dai turisti che la visitano da ogni parte dell’Italia e del mondo. Oltre altre proposte d’arte e cultura, uniche, legate alla civiltà dei Longobardi, Cividale del Friuli, infatti, è un centro che offre grande varierà di specialità gastronomiche peculiari: il gelato, come nel caso specifico, ma anche la pasticceria e la rinomata gubana, senza dimenticare gli strucchi. Panifici artigianali storici e attività del settore dolciario tramandate di generazione in generazione sono valse, negli anni, premi e riconoscimenti importanti a molte ditte, aziende e imprese locali della Città. Anche per questo l’Amministrazione comunale di Cividale del Friuli opera fattivamente e con costanza per la promozione, conoscenza e valorizzazione di queste realtà uniche”.

Buono e genuino, il gelato cividalese di Carmelo ha colpito anche un giornale blasonato come il Sole 24 Ore: “con una telefonata mi hanno avvisato che realizzeranno una collana dedicata ai prodotti tipici italiani; quindi pizze, birre, gelati; e mi hanno selezionato per l‘inserimento”. Si colgono quindi i frutti di questi 3 giovani artigiani che, tra non poche difficoltà, hanno intarpreso un’attività in tempi non proprio facili. “Ci premia la qualità su cui abbiamo sempre puntato, gli affari sono in crescendo”.

www.cividale.net
www.balloch.it

9 su 10 da parte di 34 recensori Il gelato di Cividale del Friuli spopola in Toscana Il gelato di Cividale del Friuli spopola in Toscana ultima modifica: 2012-08-03T07:49:10+00:00 da Rosa Ferro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0