Ampliamento scuola infanzia a Rualis di Cividale del Friuli

Estate calda a Cividale del Friuli (Ud) nel settore dei lavori pubblici. Numerosi, infatti, sono i cantieri avviati o in via di completamento. Tra questi c’è l’importante opera di ampliamento della scuola dell’infanzia di Rualis, i cui lavori sono in fase di definitiva conclusione. Proprio in questi giorni è stato eseguito un sopralluogo da parte dell’Amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Stefano Balloch e dall’assessore ai lavori pubblici, Elia Miani, accompagnati in loco dal responsabile della Srl che ha operato all’interno e all’esterno dell’immobile, l’impresario Natale Bordon, e dal sostituto del responsabile ai lavori pubblici, l’architetto Antonio Pitocco. “Grazie agli interventi eseguiti – spiega il primo cittadino -, il prossimo anno scolastico 2012-2013, la materna conterà due aule in più, complete di servizi igienici e di uno spazio comune per attività ludiche”.

È stato ampliato, inoltre, il giardino esterno, dedicato alle attività degli alunni da fare all’aperto. “La struttura – spiega l’assessore Elia Miani – è avveniristica sotto il profilo del risparmio energetico e del sistema costruttivo: le parti in legno realizzate in stabilimento e assemblate poi in cantiere hanno una coibentazione termica elevata che elimina i ponti termici, garantendo un  elevato comfort termico interno. Il riscaldamento funziona con pannelli radianti a pavimento, mentre i serramenti esterni sono in alluminio a taglio termico”. I lavori, che hanno richiesto un impegno economico 550mila euro, sono stati progettati e diretti dall’architetto Runcio Rodolfo; la ditta appaltatrice è, invece, la “Fratelli Bordon Srl” di Cividale del Friuli.

www.cividale.net
www.balloch.it

9 su 10 da parte di 34 recensori Ampliamento scuola infanzia a Rualis di Cividale del Friuli Ampliamento scuola infanzia a Rualis di Cividale del Friuli ultima modifica: 2012-08-03T07:58:50+00:00 da Rosa Ferro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0