Lamezia Terme, confiscati 200 milioni a Salvatore Mazzei

65

Una cifra importante è stata confiscata ad un noto imprenditore calabrese ritenuto vicino alla malavita di Lamezia Terme e Vibo Valentia. Si tratta di beni per un ammontare di 200 milioni di euro confiscati a Lamezia Terme dai Carabinieri del Noe e del Comando provinciale di Catanzaro all’imprenditore Salvatore Mazzei di 56 anni.

La confisca è stata disposta dal Tribunale di Catanzaro. Il patrimonio dell’imprenditore sarebbe sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati.