Natibongo 2012 a Cividale del Friuli

Con musica, colori, voci, vibrazioni, suggestioni e danze tra gli alberi e il riverbero delle acque del fiume Natisone, torna, a fine agosto e inizio settembre 2012, a Cividale del Friuli, la colorata kermesse di “Natibongo”. Il festival, che animerà ancora una volta la Città Ducale dopo l’ultimo appuntamento nel 2010, è di carattere internazionale ed è il primo che accoglie, nel Nordest, le sonorità tipiche del didjeridoo australiano e delle percussioni africane. Le date sono quelle del 30 e 31 agosto e del primo settembre 2012. 

L’Amministrazione comunale dà il bentornato a questa manifestazione che propone un’offerta culturale di grande rilievo – dice il sindaco, Stefano Balloch -. Organizzata da giovani cividalesi, valorizza il contesto naturalistico del Parco della Lesa”.

Quella di quest’anno sarà un’edizione particolarmente curata, quanto mai ricca e interessante, grazie al massimo impegno dei promotori, l’“Associazione Iniziative Borghi e Frazioni di Cividale”, presieduta da Giancarlo Ariani.

Per l’edizione 2012, Cividale del Friuli ospita, infatti, gruppi di indubbia qualità, provenienti da ogni angolo d’Europa tra cui “Airtist”, “Olivetree”, Dubravko Lapayne e i suoi Druyd. “Spazio anche ad artisti del Friuli Venezia Giulia, con spettacoli di danza e dj set – anticipa Ariani –. In collaborazione con l’associazione “Didjeridooing” di Bologna, inoltre, saranno organizzati interessantissimi stage di percussioni, didjeridoo, canto e studio della ritmica. Il mercatino sarà ampliato con nuovi e inediti stands, che andranno ad affiancarsi all’operativo punto ristoro enogastronomico”. Tutti gli spettacoli cominceranno alle 21. Nei campi circostanti e in quelli nell’area sopra il parco Lesa sarà possibile campeggiare.  

Dall’Australia e dall’Africa, didjeridoo e djembè, i loro popoli e la loro musica: questa sarà l’edizione 2012 di “Natibongo”. L’invito è quello di raggiungere lo splendido parco in prossimità del fiume Natisone, da cui trae il nome del festival: “NATIsoneBONGO”. Sarà l’area verde in località Carraria, infatti, a fare da cornice e a diffondere le sonorità dei gruppi che si esibiranno sul palco.

La storia di Natibongo 

L’evento nasce dall’impegno di un gruppo di ragazzi che, dal 2001, si sono avvicinati con passione a questi strumenti, al loro suono e alle loro vibrazioni, uniche. Dieci anni di continua crescita, per il festival, che si sono concretizzati, nel 2010, con la partecipazione del gruppo di spettacolo aborigeno “Descendance”, di Sydney, vincitore di numerosi premi internazionali. Partecipazione che ha ottenuto il patrocinio della Ambasciata d’Australia in Italia

Il sostegno dei fans di tutta l’Europa e l’incitamento degli artisti che si sono esibiti in tutti questi annoi a Cividale provenendo da ogni angolo del mondo, ha dato la giusta spinta all’organizzazione per riproporre anche nel 2012 l’originalissimo appuntamento musicale

Tutto il programma su www.natibongo.itwww.cividale.net

Na Salvadi. Friul Senegal tribe connection djembè didje vibes

Urban Beat Street Drum (Udine). Spettacolo ideato e basato su brani originali di Stefano Andreutti vede la partecipazione di sei percussionisti di strada che suonano qualsiasi tipo di oggetto, di un B-boy (ballerino di breakdance) e di un “saltimbanco” molto particolare. Ritmi incalzanti di origine urbana coinvolgono con il movimento dei musicisti il pubblico che assiste a uno spettacolo itinerante di percussioni, danza e momenti fantasiosi.

Dj Set con Dj Papel. Collezionista di musica, gestore e promotore delle serate musicali dell’ex “Baraonda discofraska”, Papel propone una selezione di brani che spaziano nel ricco panorama della musica afroamericana ed etnica; il reggae, il soul, il jazz la musica latina e il funk sono i perni attorno ai quali ruotano i suoi juke box set, rigorosamente in vinile. 

Venerdì 31 agosto 2012 

Resident Dj Luca Buiat da Radio Onde Furlane (radio con sede a Udine)‏

Dubravko Lapaine (Croazia). Solo didjeridoo. “Un mago che raccoglie i suoni del vento”, “quasi un oracolo” e “un attore di monologhi di vibrazioni” che ha come scopo l’esplorare le infinite possibilità del mondo, ancora sconosciuto, dei suoni del didjeridoo.
www.lapaine.com
www.facebook.com/dubravkolapaine 

Scuola Malaak (Udine). Danze dal mondo. Spettacolo a sorpresa che spazierà dalla danza egiziana classica alla danza con la spada, fantasy, velo, fain veil, ali di iside, fusion, fino all’improvvisazione su strumenti live.

OliveTreeDance (Portogallo). Didjeridoo, batteria e percussioni. È musica e poesia per la terra, che invita a esplorare la spiritualità attraverso il movimento omaggiando la dance music prodotta esclusivamente con strumenti acustici, senza effetti o campionamenti. Un suono incalzante e poderoso che apre le porte del dreamtime.
www.reverbnation.com/olivetreedance
www.facebook.com/olivetreedance 

Dj Set con Frank Pinazza. Indigeno doc di quel di Marghera (Ve); è un dinamico che mescola dischi con l’esperienza di oltre venticinque anni di pellegrinaggi tra festival e importanti collaborazioni radiofoniche; i suoi dj set consistono in un continuo capovolgimento di fronti musicali con spiccata preminenza verso la world music in generale con incursioni continue nella musica balcanica, anche se non disdegna il rock e un pizzico di elettronica e sfumature reggae. Per l’occasione sarà supportato da Luciano Fricchelli Trevisan, manager di Sir Oliver Skardy. 

Sabato primo settembre 2012  

Resident Dj Luca Buiat da Radio Onde Furlane‏ (radio con sede a Udine)

Druyd (Croazia). Una combinazione rara e insolita di strumenti acustici e voce costituiscono la base della musica dei Druyd. Le loro composizioni si muovono imprevedibili tra miriadi di sfumature di tempo, timbrica, dinamica. Le loro creazioni si basano sull’inimitabile didjeridoo di Dudo (aka Dubravko Lapaine), in grado di offrire complessi ritmi percussivi e sculture sonore. La voce eterea della cantante Mary Crnkovic-Pilas e gli intrecci della chitarra acustica e classica di Ivan Uravić completano magicamente gli arrangiamenti.
http://www.druydband.com 

Tracce Tribali (Udine). Unico gruppo del genere in Friuli. Propone uno spettacolo di tribal bellydance, genere che nasce dalla fusione della danza del ventre con le danze africane, il flamenco e le arti marziali. 

Airtist (Austria Ungheria). Dopo i primi secondi del concerto ci si rende conto di essere di fronte allo show più ballabile, poderoso ed energetico mai sentito, spinti dagli incredibili suoni prodotti senza l’ausilio di alcuno strumento elettronico, campionatore o loop.
http://www.facebook.com/airtistmusic www.myspace.com/airtistmusic 

Dj Set: Division del Norte SoundSystem. È un progetto che nasce nella primavera 2010; dopo varie e diverse esperienze musicali, di improvvisazione ritmica, ma soprattutto di smodata passione per i ritmi in levare, Irie wind y Don Orlandez mettono assieme un sound che a partire dal territorio comune del reggae ne approfondisce le radici roots, fa muovere con le deviazioni proprie dello ska, attraversa la gioia di ballare propria dell’America Latina. Dove va a parare tutto ciò? Dipende dalla serata, dal pubblico, dalle emozioni.

Orari, costi e informazioni di servizio 

Tutti gli spettacoli cominceranno alle 21. Nei campi circostanti e in quelli nell’area sopra il parco Lesa sarà possibile campeggiare. Nell’area parco funzioneranno i servizi igienici. In via di definizione il costo dell’ingresso che non sarà comunque superiore a 5 euro con possibili accessi gratuiti ad alcuni concerti. Per info in dettaglio visitare il sito www.natibongo.it a ridosso dell’evento. 

Come arrivare 

Uscita Autostrada A4 Udine Sud (o Nord) direzione Cividale del Friuli (Ud). Giunti a Cividale del Friuli, la direzione per Castelmonte di Prepotto (Ud). Prima della salita principale a sinistra c’è il Parco della Lesa, in località Carraria.

Lascia un commento