Il Medioevo torna a Capestrano

Ritorna il medioevo a Capestrano, in provincia dell’Aquila. Infatti, per il secondo anno consecutivo, lo splendido borgo sarà scenario della rievocazione storica “A.D. 1254: Certamen 99” giornate medievali, con il Campionato nazionale di arcieria storica medievale. “Un appuntamento da non mancare, giunto quest’anno alla  V edizione” spiegano gli arcieri dell’associazione aquilana “Compagnia arcieri medievali Virtus Sagittae L’Aquila” che hanno organizzato l’evento in collaborazione con le associazioni capestranesi  “Tritana”, “Capestrano Giovani”, “Pro Loco”, “il Guerriero” e A.N.A. Gruppo di Capestrano, sotto l’egida dell’amministrazione comunale.

“L’opportunità di organizzare per la seconda volta la disputa del Campionato Italiano Nazionale Assoluto a squadre per città, memorial Giuseppe Grechi è stata riconfermata dal nostro presidente nazionale L.A.M. (Lega Arcieri medievali) Carlos  Alberto Owen, visto il successo riscosso dall’edizione 2011» raccontano gli arcieri. «Abbiamo nuovamente scelto Capestrano perché dà un valore aggiunto alla manifestazione, vista la suggestione particolare che crea il suo centro storico. Al torneo interverranno diverse compagnie arcieristiche in rappresentanza di numerose città  italiane, ciascuna con i suoi abiti storici e i suoi vessilli, ed è a Capestrano che si deciderà quale sarà la squadra arcieristica L.A.M. più forte d’Italia. Un’occasione imperdibile”.

“La manifestazione – illustrano gli organizzatori – vuole essere anche un mezzo per promuovere il territorio ed incentivare il flusso turistico verso i nostri borghi, che sono meritevoli di essere conosciuti ed apprezzati. Purtroppo  non facendo parte di itinerari turistici convenzionali esiste il bisogno di “forzare” in qualche modo la loro conoscenza, portando il turista sul posto e dandogli modo di scoprire le meraviglie ancora troppo nascoste del nostro Abruzzo interno”.

Lo scenario naturale della due giorni avrà come fulcro il Castello Piccolomini di Capestrano ed il borgo annesso, luoghi che rivivranno di antiche gesta, risuoneranno di tamburi e chiarine, accompagnati dal volo di bandiere e dall’incrociarsi di spade. Saranno allestite diverse mostre, tra le quali spicca quella curata dal Gruppo Alpini di Capestrano dell’ANA, intitolata “Salmerie della 1° e 2° guerra mondiale”, verranno allestiti stand per degustazione e promozione prodotti tipici locali.

L’aspetto storico è stato curato da Aldo Scimia che relazionerà sugli  aspetti emergenti della storia capestranese e del territorio circostante. Le due giornate saranno allietate da artisti di strada e da  sbandieratori. In piazza sarà allestito un accampamento medievale e sarà possibile ammirare animali in via di estinzione grazie alla fattiva collaborazione dell’azienda locale Ciucolandia. Sarà possibile usufruire gratuitamente di un servizio navetta che porterà i visitatori  a scoprire le emergenze turistiche della zona. Gli armigeri simuleranno combattimenti, utilizzando armi ricostruite fedelmente agli standard dell’epoca; il tutto incorniciato dal sapiente andare delle frecce.

Tutte le manifestazioni del 16 e 17 giugno saranno aperte gratuitamente al pubblico. L’evento ha ricevuto il patrocinio della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila, del Comune di Capestrano, della L.A.M., della FIARC e della FITARCO. Organizzazione: Virtus Sagittae L’Aquila, Associazione Culturale  “Tritana” di Capestrano,  “ Capestrano Giovani “, “ Pro Loco di Capestrano “ , “il Guerriero”  A.N.A. Gruppo di Capestrano, sotto l’egida dell’amministrazione comunale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Il Medioevo torna a Capestrano Il Medioevo torna a Capestrano ultima modifica: 2012-06-14T16:48:28+00:00 da Goffredo Palmerini
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento