Milano, il notaio Vincenzo Ialenti ha lasciato un biglietto

Trovato morto insieme alla sua giovane amante lettone avrebbe lasciato un biglietto. Sul foglio il notaio Vincenzo Ialenti ha scritto “la colpa della situazione è tutta mia”. Poi ha avuto un pensiero per la consorte, definita la “moglie più dolce del mondo”.

Il professionista era proprietario dell’appartamento in cui da circa un anno ospitava la 29enne lettone, mentre lui la sera tornava a casa dalla famiglia.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento