A Morro d’Oro convegno Us-Acli su diritti di cittadinanza

Si svolgerà  presso la Sala polifunzionale del comune di  Morro D’Oro, sabato  9 giugno  2012 , dalle ore 08:30  alle  ore 13:30, il  7° Convegno promosso dall’Unione Sportiva Acli dell’Abruzzo sul tema “L’Italia sono anch’io: quali diritti di cittadinanza? Dagli italiani all’estero agli immigrati in Italia” in collaborazione con le Acli  “Rete Mondiale aclista “ Patronato Acli, Federazione Acli Internazionali, Federazione Acli Pensionati, i Comuni di Morro D’Oro, Notaresco. Castellalto, Roseto degli Abruzzi, Provincia di Teramo e Regione Abruzzo.Questa  iniziativa,  giunta alla settima edizione,  è inserita nel programma  del 17° Campionato Mundialito amatoriale  “Open di ciclismo”  del 19 agosto 2012, manifestazione  sportiva  internazionale,  quest’anno  dedicata ai  30 anni  della  Associazione Sportiva Dilettantistica US Acli “Spiga D’Oro by Palladini G.“ di Morro D’Oro.

Molti i meriti sportivi, sociali e culturali di questa singolare associazione sportiva dilettantistica, costituita prevalentemente da ex minatori  delle miniere del Belgio, tra i quali Giuseppe  Palladini, ex campione professionista  di ciclismo che – oltre ad essere  il promotore di sedici edizioni del Mundialito di ciclismo amatoriale a Morro D’Oro –  ha realizzato il Museo del lavoro nelle miniere belghe e con documentazione a riguardo anche  della tragedia di Marcinelle del 1956, con 263 minatori morti nella miniera di Bois du Cazier di cui – è bene ricordare per non dimenticare –  136  italiani  e dei quali 61 abruzzesi. Il Museo è meta  di cittadini e scolaresche nonché di ricercatori e storici dell’emigrazione provenienti anche dall’estero.

Per questo l’US Acli insieme alle Acli e Patronato Acli promuove e organizza dal 2006 a Morro D’Oro, luogo della memoria e preziosa testimonianza dell’emigrazione italiana e abruzzese, i convegni annuali di studio e approfondimento sui diversi aspetti dell’impressionante fenomeno migratorio che – sottolineano gli organizzatori del Convegno – secondo i dati dell’Organizzazione  Internazionale  per le Migrazioni, attualmente  coinvolge 214 milioni di  migranti a livello mondiale, mentre, secondo i dati contenuti nel recente Rapporto  Italiani  nel mondo  2012  della Fondazione Migrantes, al 1° gennaio 2012,  sono 4.208.977 i cittadini italiani iscritti all’Aire (Anagrafe italiani residenti all’estero) con più 93.743 rispetto allo scorso anno. La Fondazione Migrantes, attraverso il Dossier Statistico Immigrazione” 21° Rapporto 2011  sottotitolato ”Insieme oltre la crisi”  ha fornito  il dato che i residenti immigrati in Italia al 1° gennaio 2011 sono 4.570.319, con più 335.000 rispetto all’anno precedente.

In questo contesto delle migrazioni in aumento e degli scenari in mutamento a causa  della ben nota crisi economica,  sociale, dei mercati finanziari a livello internazionale, con gravissime ripercussioni in Europa, nel nostro Paese, per le famiglie, per i giovani senza lavoro e per  le imprese in difficoltà, il Rapporto Italiani nel mondo 2012 di Migrantes richiama “la necessità  di una maggiore  attenzione  alle collettività  di connazionali che vivono nel mondo, dalle quali  può venire un significativo aiuto all’Italia per superare questa  difficile crisi”  mentre le Acli, presenti in oltre 40 paesi del mondo, nel loro recente Congresso Nazionale, svoltosi a Roma sul tema “Ricostruire comunità per ricostruire il Paese” hanno ribadito la loro vocazione internazionale a fianco degli emigrati italiani nonché agli immigrati in Italia per affermare i loro diritti di cittadinanza, rappresentanza e partecipazione.

Pertanto, tre principali questioni saranno al centro del convegno: la prima riguarda il rinvio del rinnovo degli Organismi  di rappresentanza  degli italiani all’estero  (Comites e CGIE); la  seconda riguarda l’applicazione della Legge n 238 del 30 dicembre 2010 (cosiddetta Controesodo) Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia; la terza  riguarda  la situazione  politica ed istituzionale della Campagna per i diritti di cittadinanza degli immigrati, L’Italia sono anch’io, strettamente connessa alla Campagna dell’US Acli e Acli “Cittadini attraverso lo sport- contro il razzismo”.

L’apertura dei lavori sarà preceduta dalla Santa  Messa  in memoria dei caduti sul lavoro e dopo i saluti delle autorità,i rappresentanti delle istituzioni (Regione – Cram, Enti locali territoriali ) associazioni di abruzzesi in Italia e all’estero, degli immigrati, della comunità  ecclesiale, saranno chiamati a dialogare insieme sul tema” L’Italia sono anch’io : quali diritti di cittadinanza ?  a seguire  interventi e dibattito, omaggio ai caduti e conclusione dei lavori con la visita  al  Museo del lavoro nelle miniere belghe.

Al Convegno parteciperanno i rappresentanti delle Acli e US Acli, della Regione Abruzzo, enti locali territoriali,  dell’associazionismo degli immigrati, della comunità  ecclesiale. Hanno assicurato la loro presenza, Antonio Prospero – Cram Regione Abruzzo; Mauro Febbo Assessore all’Emigrazione Regione Abruzzo; Giorgio De Luca, Presidente Consiglio  Provincia di Pescara; Valter Catarra, Presidente Provincia di  Teramo; Mario De Sanctis, Sindaco di Morro D’Oro; Vincenzo Di Marco, Sindaco di Castellalto; Agnese Ranghelli, Presidenza Nazionale Acli –Presidente Coordinamento –Donne; Bernardo di Marcangelo Presidente Acli Abruzzo; Rosaria Parnenzini, Acli Teramo; Raffaello Betti Direttore Coldiretti Teramo; Don Igor Di Diomede, Caritas Teramo; Goffredo Palmerini , Anfe – autore del libro “L’altra Italia”; Ermanno Morelli – Coni Abruzzo; Nicola Tritella Presidente US Acli Abruzzo.

Lascia un commento