Salerno, l’elementare Vicinanza espone le opere degli alunni

Appuntamento nell’Aula Magna della scuola elementare di Salerno “G. Vicinanza”, per l’esposizione dalle ore 10:30 di 26 opere in acrilico e tecniche miste su tela realizzate dai piccoli alunni della classe terza elementare sez. C del plesso cittadino. La collettiva pittorica, a cura di Chicca Regalino, rappresenta la tappa conclusiva di un lungo percorso educativo finalizzato allo sviluppo e alla qualificazione del senso artistico ed espressivo dei bambini che è stato oggetto dei un progetto di Laboratorio Artistico curato dall’insegnante Gina Schiavo.

Gli artisti in erba, durante l’anno scolastico, si sono avvicinati al mondo dell’arte conoscendone i diversi aspetti: tecniche di disegno e decorazione, uso dei colori, primi rudimenti della Storia dell’Arte. I piccoli artisti in erba, alunni della maestra Schiavo, non sono nella pelle, saranno per tre giorni sotto i riflettori di critici dell’arte e artisti a presentare un’iniziativa che li ha visti coinvolti nella ricerca e
nell’attuazione di nuovi modi comunicare il proprio intimo patrimonio e nell’espressione artistica intesa quale strumento per l’identificazione e la differenziazione delle emozioni.

Variegata e fantasiosa l’offerta delle ventisei opere che saranno contraddistinte da un titolo ideato dagli stessi piccoli artisti. Si potranno così ammirare in “Scherzi, balli e brillantini” di Giulia Garofalo, un albero con le mele di bottoni o le romantiche rose azzurre accanto alla scarpetta rock realizzate da Barbara Bisogno e ancora il cuore di riflessi glitterati che incornicia i teneri cigni di Maria Guariglia o l’opera di Mario Manzo, che ha riscosso più successo tra alcune compagne di classe!

Ancora un’occasione offerta ai piccoli allievi del Vicinanza di Salerno dal Dirigente Scolastico Mario Montera che conferma anche in questa circostanza  lo sguardo attento e vigile alle più variegate  strategie e metodologie e educative, finalizzate al monitoraggio del benessere e alla comunicazione sociale.

Lascia un commento