San Polo d’Enza, affitta appartamento a prostitute cinesi

I Carabinieri della Stazione di San Polo d’Enza hanno denunciato per favoreggiamento della prostituzione un cittadino cinese 45enne residente a Milano.

Per l’accusa, aveva affittato un appartamento subaffittandolo poi a connazionali clandestine che l’avevano adibita a casa d’appuntamento. L’intervento dei militari ha portato anche al sequestro dell’appartamento e alla denuncia di un cinese 35enne clandestina. L’abitazione, seppur in un piccolo centro di provincia, era molto frequentata. In alcuni giorni di servizi i carabinieri hanno contato oltre 50 clienti.

Lascia un commento