Crotone per la Verità, la Giustizia, la Legalità per Emanuela Orlandi e altre vittime di mafia

 
Giornata della Verità, della Giustizia, della Legalità

Accogliendo l’invito di Pietro Orlandi fratello di Emanuela, il sindaco Peppino Vallone ha voluto organizzare una iniziativa il prossimo 27 maggio dedicata proprio ad Emanuela.
“Crotone per la Verità, per la Giustizia, per la Legalità” sia perché la storia di Emanuela Orlandi è emblematica ed anche perché – sctive una nota diramata dal Comune – la sua sottrazione alla famiglia ricorda tante storie che si vivono in Calabria, come quella di Fabrizio Pioli di cui non si hanno da mesi notizie, di Lea Garofalo per la quale la famiglia non  ha potuto piangere le spoglie mortali nemmeno il giorno dei funerali, di Dodò Gabriele ucciso nel corso di un raid della criminalità organizzata.
Ed ancora, informa la nota che domenica 27 maggio sarà anche l’occasione per apporre nel palazzo comunale la targa “qui la ‘ndrangheta non entra”.
L’adesione all’iniziativa promossa dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale e dal Presidente della Commissione regionale contro la ndrangheta è stata deliberata dal Consiglio Comunale. Il programma della Giornata  prevede alle  ore 11.00 la cerimonia della scopertura della targa “Qui la ‘ndrangheta non entra”, alle ore 11.30 l’iniziativa “Crotone per la Verità, la Giustizia, la Legalità” nella Sala Consiliare del Municipio.
Dopo i saluti del sindaco Vallone ,introdurrà i lavori Teresa Cortese vice sindaco.Offriranno il loro contributo di testimonianza: Pietro Orlandi fratello di Emanuela, Marisa Garofalo sorella di Lea Garofalo, Giovanni Gabriele padre di Dodò Gabriele, Romina Pioli sorella di Fabrizio e Antonio Tata dell’Associazione Libera.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone per la Verità, la Giustizia, la Legalità per Emanuela Orlandi e altre vittime di mafia Crotone per la Verità, la Giustizia, la Legalità per Emanuela Orlandi e altre vittime di mafia ultima modifica: 2012-05-17T17:59:06+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento