Si fermano i Tir il 28 maggio

Per Trasportounito “il diritto di sciopero al quale è assimilabile il fermo dei servizi dell’autotrasporto è un diritto costituzionale”. Il sindacato conferma così “lo stop dei servizi a partire dal 28 maggio”, sottolineando che “l’Autorità anti-scioperi non può sconvolgere la Costituzione”.

L’Autorità, riferisce l’organizzazione, “con minacce neppure troppo velate ha invitato Trasportounito a differire lo sciopero”.

Lascia un commento