Vibo Valentia, agguato a Daniele Stuppia

Tentato omicidio nei confronti dell’imprenditore Daniele Stuppia, che alcuni giorni fa aveva annunciato la sua decisione di chiudere l’attività e fuggire all’estero a causa dei trenta attentati di matrice estorsiva che ha subito dal 2009 ad oggi, rientrata dopo avere incontrato il Prefetto di Vibo Valentia.

L’imprenditore era insieme al padre Gregorio, col quale è titolare dell’autosalone Testa Rossa di Vibo Valentia. I due sono usciti illesi perché viaggiavano su una vettura blindata. Il fatto è successo in una traversa della statale 18. Le indagini sono affidate ai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia. Daniele Stuppia ha denunciato i presunti autori delle tentate estorsioni a suo danno.

Lascia un commento