Militari israeliani ridimensionano pericolo atomico iraniano

Mentre i politici israeliani, a partire dal Premier Benjamin Netanyahu, non perdono occasione per alzare la tensione con l’Iran sul programma nucleare degli ayatollah, i militari gettano acqua sul fuoco. Il capo di Stato maggiore delle forze armate, il generale Benny Gantz, non ritiene che l’Iran realizzerà un ordigno nucleare.

Teheran, ha detto ad Haaretz, “sta procedendo per raggiungere il punto in cui potrà decidere, volendo, di produrre un’arma atomica. Ancora non ha deciso di percorrere l’ultimo passo”, perche’, “se lo facesse commetterebbe un errore madornale”.

La prudenza di Gantz non significa però assenza di determinazione a rispondere. “Lo Stato di Israele ritiene che un Iran dotato di armi nucleari debba essere fermato e in questo senso stiamo pianificando la nostra strategia”, ha rassicurato Gatnz.

Lascia un commento