Fano, titolare di una pizzeria tenta il suicidio

Deve la vita alla moglie che ha chiamato i carabinieri e ad un operatore del 112 che l’ha fatto parlare, per dare il tempo ai colleghi di Fano di trovarlo prima che si desse fuoco, dopo essersi cosparso di benzina.

Un uomo di 36 anni, gestore di una pizzeria, padre di tre bambini, voleva farla finita dopo la notifica di una serie di sanzioni amministrative e un provvedimento di chiusura del bar interno, aperto da poco, per violazioni dei termini di avvio della mescita.

Lascia un commento