Lega Nord, indagato presidente Finmeccanica Giuseppe Orsi

Iscritto nel registro degli indagati della Procura di Napoli nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte tangenti al Carroccio. L’ipotesi di reato, a quanto si è appreso, è di corruzione internazionale e riciclaggio.

Fonti giudiziarie sottolineano che l’iscrizione di Orsi è un fatto dovuto in seguito alle dichiarazioni rese ai pm dall’ex dirigente delle relazioni esterne della holding Lorenzo Borgogni.

“Né AgustaWestland né Finmeccanica hanno corrisposto alcuna tangente alla Lega Nord”. Lo precisa una nota di Finmeccanica in merito agli articoli pubblicati oggi sugli organi di stampa, aggiungendo che “AgustaWestland non ha commesso alcun tipo di irregolarità, né pagato commissioni di alcun genere per la vendita di elicotteri AW101 al Governo indiano, come una recente indagine del Ministero della Difesa indiano ha confermato”.Con riferimento alle notizie di stampa, e con particolare riguardo a presunte tangenti corrisposte da Finmeccanica alla Lega Nord, che sarebbero state originate da una gara vinta da AgustaWestland in India, Finmeccanica precisa anche che “Lorenzo Borgogni, le cui dichiarazioni “per sentito dire” sembrano essere alla base delle iniziative giudiziarie, ha lasciato Finmeccanica su richiesta della società. Le “consulenze” per milioni di euro ammesse da Borgogni, pagate anche da fornitori di Finmeccanica, erano in palese contrasto con il codice etico di Finmeccanica”. Finmeccanica ha inoltre “dato incarico ai propri legali di valutare, in relazione alle dichiarazioni di Borgogni, le azioni ritenute necessarie alla tutela dei propri diritti e al ristoro dei gravi danni subiti e subendi”.

Lascia un commento