Isi Malignani Udine in sicurezza grazie alla Provincia

Edilizia scolastica in primo piano negli interventi dell’amministrazione provinciale di Udine. La quota dell’avanzo di amministrazione libero 2011 che costituisce una parte della variazione al bilancio di previsione 2012 sarà utilizzata quasi interamente per un ulteriore adeguamento alle vigenti normative sulla sicurezza dell’Isi Malignani di Udine. L’essere in possesso del certificato S.c.i.a. (S.c.i.a. – Segnalazione certificata di inizio attività) infatti costituisce conditio sine qua non per l’istituto per continuare a beneficiare dei fondi europei assegnati agli istituti che come il Malignani organizzano corsi post diploma. 

Ben 500 mila euro serviranno a finanziare i lavori edili e impiantistici. Gli interventi riguarderanno l’impianto di diffusione sonora, quello di illuminazione d’emergenza, la sostituzione di quei fili di conduzione non idonei e lo sblocco del cancello per intervento vigili del fuoco.

Come ha spiegato l’assessore all’edilizia Adriano Ioan si tratta di interventi che saranno eseguiti in tempi brevi: “il Malignani rappresenta a livello formativo un vero proprio fiore all’occhiello della nostra rete di istituti scolasti. Ma non è solo su questo che siamo concentrati: come è emerso nel corso dell’analisi della variazione di bilancio, sono molto importanti i finanziamenti riservati all’edilizia scolastica: 700 mila euro sono quelli destinati agli interventi di adeguamento all’Itc Deganutti di Udine, 300 mila quelli per l’Isa Sello. Gli interventi saranno operativi con l’inizio del nuovo anno scolastico 2012/13”.

Nel dettaglio, i lavori riguardano l’adeguamento alle prescrizioni normative per un impianto di diffusione sonora. Tale impianto, infatti, si prevede venga utilizzato per comunicazioni di emergenza. Per la realizzazione dei conduttori sonori saranno utilizzati quelli resistenti al fuoco e che, dal punto di vista della diffusione sonora, copra tutte le zone dell’istituto, e che venga alimentato da una fonte sussidiaria di energia elettrica avente 30 minuti di autonomia.

L’intervento prevede la sostituzione dei conduttori con altri aventi caratteristiche di rispondenza alle attuali norme, l’installazione di un impianto di amplificazione sonora interfacciato con il sistema di rilevazione incendio ed alimentato da una fonte secondaria di energia elettrica (gruppo batterie con carica batterie) e la sostituzione degli altoparlanti con altri efficienti aventi adeguato livello sonoro.

Saranno realizzate due linee distinte: una per le aule/laboratori/officine ed una seconda linea per i corridoi, dando così una doppia sicurezza in caso di anomalia di uno dei due circuiti.

La centrale di comando sarà installata in sostituzione dell’esistente; la postazione principale sarà completa di tutti gli apparati di amplificazione, di alimentazione sussidiaria e di trasmissione automatica dei messaggi di allarme. Anche gli altoparlanti utilizzati avranno caratteristiche acustiche tali da coprire le zone rispettando i livelli sonori previsti dalle normative in vigore. Come detto, i lavori riguardano anche l’impianto di illuminazione d’emergenza, oltre alla sostituzione di parte delle lampade non più efficienti, l’intervento andrà ad integrare l’illuminazione di sicurezza nelle aree o lungo le vie di esodo non adeguatamente coperte dall’impianto. Alcune aree dell’istituto poste nel piano seminterrato ed al secondo piano all’interno del laboratorio di chimica, hanno parte degli impianti alimentati con conduttori unipolari di tipo rigido ormai tecnicamente superati.

Si provvederà alla loro sostituzione, utilizzando i canali e le tubazioni esistenti, scollegando i conduttori rigidi ed andando ad installarne altri. Infine, per dare la possibilità ai Vigili del Fuoco di agire in modo rapido in caso di intervento notturno, si provvederà ad installare sul comando motorizzato del cancello di Viale Cadore un automatismo collegato con l’impianto di allarme antincendio che nel caso di attivazione di quest’ultimo, provveda all’apertura automatica del portone intervenendo sul dispositivo di apertura.

9 su 10 da parte di 34 recensori Isi Malignani Udine in sicurezza grazie alla Provincia Isi Malignani Udine in sicurezza grazie alla Provincia ultima modifica: 2012-04-24T13:46:44+00:00 da Paola Treppo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento