Gli italiani non credono più a Mario Monti

I sondaggi dicono che il gradimento del Premier sta precipitando presso gli elettori. In pochi mesi Monti e i suoi hanno bruciato una buona fetta di consenso. Non è difficile immaginare il perché. Gli italiani sentono sulla propria pelle le scottature di riforme e misure rigorose che si sono abbattute in primis sui cittadini: riforma del lavoro, pensioni, tasse. Tutto questo non poteva non avere ripercussioni sulle tasche (e di conseguenza sulla fiducia) degli italiani. Monti può ripetere che il rigore non si può rinviare. Grilli può promettere che la crescita comincerà prima di settembre. La sensazione è che sempre meno gente sembra disposta a credere ai tecnici.

Lascia un commento