Missionaria svizzera rapita in Mali

Una donna elvetica è stata rapita da uomini armati nella città di Timbuctù, nel nord del Mali che da settimane sta vivendo uan situazione di anarchia. Lo riferiscono testimoni locali e fonti dei servizi di sicurezza di Bamako.

La donna, di cui è noto solo il nome di battesimo, Beatrice, sarebbe una missionaria. E’ stata portata via da uomini che indossavano turbanti a Abaradjou, sobborgo di Timbuctu, città controllata dai primi di aprile dai tuareg e dagli islamisti di Ansar Dine.

Lascia un commento