Tragedia a Cassa d’Adda 15enne annega nel fiume

Un ragazzino straniero di 15 anni si è immerso nel fiume a Cassano d’Adda, nel Milanese, per non risalire mai più a riva. Dopo un’ora e mezza è stato ritrovato senza vita dai soccorritori. Il giovane, di origine egiziana, era residente nella Casa della Carità di don Virginio Colmegna, nel quartiere Adriano a Milano.

Il ragazzo era in gita insieme a una ventina di compagni della comunità. Pare che a un certo punto si sia staccato da solo dal gruppo con cui giocava per spogliarsi e gettarsi nel fiume. Quando i compagni non l’hanno visto tornare è scattato l’allarme, alcuni si sono gettati a loro volta per salvarlo ma non l’hanno trovato, risucchiato probabilmente da un mulinello. Il punto in cui è scomparso il 15enne era infatti pericoloso e lì c’erano già stati incidenti simili.

Nella ricerca sono intervenuti i carabinieri e i Vigili del fuoco con un elicottero, ma il corpo è stato trovato quando il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin