L’autista Alessandro Maramello accusa Renzo Bossi di ruberie

“Non ce la faccio più, non voglio continuare a passare soldi al figlio di Bossi in questo modo. E’ denaro contante che ritiro dalle casse della Lega a mio nome, sotto la mia responsabilità. Lui incassa e non fa una piega, se lo mette in tasca. Adesso basta, sono una persona onesta, a questo gioco non ci voglio più stare”.

Lo dichiara al settimanale Oggi (in edicola domani) Alessandro Marmello, autista e bodyguard di Bossi Jr., che ha documentato le sue affermazioni con una serie di video.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin