L’autista Alessandro Maramello accusa Renzo Bossi di ruberie

“Non ce la faccio più, non voglio continuare a passare soldi al figlio di Bossi in questo modo. E’ denaro contante che ritiro dalle casse della Lega a mio nome, sotto la mia responsabilità. Lui incassa e non fa una piega, se lo mette in tasca. Adesso basta, sono una persona onesta, a questo gioco non ci voglio più stare”.

Lo dichiara al settimanale Oggi (in edicola domani) Alessandro Marmello, autista e bodyguard di Bossi Jr., che ha documentato le sue affermazioni con una serie di video.

Lascia un commento