Pontirolo, ingaggia detective perché spariscono le bottiglie dalla cantina

Il derubato ha scoperto il ladro, un vicino di casa, ora condannato. Le lettere e le bottiglie sparivano da una casa di Pontirolo, in provincia di Bergamo, con un’allarmante frequenza per tre interi mesi, tanto che il derubato si è messo in testa di scoprire l’autore dei furti. Così si è rivolto ad un’agenzia investigativa, che ha installato una telecamera in cantina e un’altra nei pressi della cassetta postale. Scoprendo che il ladro era un vicino, e anche la tecnica che usava in cantina. Con una scopa avvicinava alla porta cantina i cartoni di vino e infilando una mano sotto l’uscio prelevava le bottiglie. Il ladro è stato denunciato e condannato a 22 mesi (pena sospesa), con 1.200 euro di multa, per furto aggravato continuato e sottrazione di corrispondenza, più altri 7.500 euro di risarcimento danni e spese processuali.

Lascia un commento