E ora si teme per la vita di Paolo Bosusco

I maoisti hanno lanciato un ultimatum al Governo dell’Orissa (India orientale) per adempiere alle condizioni richieste per il rilascio dell’ostaggio italiano Paolo Bosusco in mancanza del quale i ribelli minacciano di compiere un “passo estremo”.

Lo afferma il leader maoista Sabyasachi Panda nel nuovo audio messaggio riportato dalla tv indiana Ndtv. Il gruppo di ribelli che tiene prigioniero da tre settimane il piemontese, in India come guida alle escursioni di trekking, ha rifiutato di rilasciare l’ostaggio anche dopo le mediazioni dei giorni scorsi.

Lascia un commento