Ancora scontri e morti nella Libia post Gheddafi

E’ di almeno quattordici morti e circa ottanta feriti il bilancio di tre giorni di scontri tra milizie rivali intorno a al-Zuwarah, un centinaio di chilometri a ovest di Tripoli, una delle roccheforti dell’insurrezione contro il vecchio regime di Muammar Gheddafi, tra le montagne della Tripolitania.

Lo ha reso noto con un comunicato il Consiglio Nazionale Transitorio, secondo cui i combattimenti si sono rapidamente propagati alle vicine località di Regdalin e Jamil.

Si tratta di un ulteriore segnale di allarme sull’effettiva capacità delle nuove autorità libiche di mantenere l’integrità territoriale del Paese nord-africano durante la difficile transizione post-Gheddafi .

Lascia un commento