Lettura continue della Bibbia per il Popolo friulano

Si terrà nella serata di domenica 27 maggio l’evento promosso da Glesie Furlane, Arlef (Agenzia Regionale per la Lingua Friulana), Arcidiocesi di Udine e Provincia di Udine per ricordare un evento senza precedenti, la Leture continue de Bibie par furlan, e rendere omaggio ai 1.127 lettori volontari che un anno fa, nell’Oratorio della Purità a Udine, hanno reso possibile questa straordinaria iniziativa. 

A tutti loro, per l’occasione, sarà consegnato un cofanetto Dvd-book speciale. L’intera maratona era stata infatti filmata e le 140 ore di girato sono state rielaborate grazie a un lavoro minuzioso in 1127 clip. Ogni lettore riceverà così la registrazione video del brano che ha letto. Il cofanetto si compone, oltre che del Cd personalizzato, anche di un Dvd con un documentario di 40 minuti dedicato a la Leture continue de Bibie par furlan e di un volume che raccoglie alcune significative testimonianze. 

La maratona in marilenghe – che significativamente aveva preso avvio il 3 aprile, data in cui si ricorda, nel 1077, la nascita del Patriarcato del Friuli – aveva coinvolto molti rappresentanti delle istituzioni locali, del mondo della cultura e dello sport, ma soprattutto tantissimi fedeli accorsi da tutte le province del Friuli, giovani, anziani e bambini, uomini e donne, famiglie intere che con grande intensità emotiva hanno dato lettura del testo sacro per 7 giorni e 6 notti. Una maratona durata ininterrottamente 134 ore, un evento di richiamo inaspettato, al punto che gli organizzatori avevano dovuto rifiutare l’adesione di molti altri volontari che si erano proposti per dare voce alla Bibbia. 

La traduzione della Bibbia in friulano si deve all’opera di due figure importanti della nostra storia, pre Checo Placerean e Pre Toni Beline, e quello organizzato in Friuli è l’unico caso al mondo di lettura integrale in una delle 700 lingue in cui il testo sacro è tradotto. 

Si è trattato di un evento significativo non solo dal punto di vista religioso – l’iniziativa era stata benedetta da Papa Ratzinger – ma anche da quello storico, culturale e linguistico. Una testimonianza di quanto la marilenghe sia espressione viva di una comunità che in essa si riconosce, e la dimostrazione di una forte coscienza di identità.

All’evento programmato per il prossimo 27 maggio prenderanno parte i rappresentanti delle istituzioni locali insieme ai rappresentanti della Chiesa friulana. Interverrano, fra gli altri, l’Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, l’Arcivescovo di Gorizia e Presidente della Conferenza Episcopale Triveneta mons. Dino De Antoni, il Presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, il Presidente dell’Arlef Lorenzo Zanon e il Presidente di Glesie furlane, Pietro Biasatti.

Il programma della serata, il cui coordinatore artistico è Federico Rossi, alternerà momenti musicali a letture e premiazioni. All’attore Franco Castellano, nativo di San Vito al Tagliamento, è affidata la lettura di brani della Bibbia mentre il duo Daniele D’Agaro e Mauro Costantini, rispettivamente al saxofono tenore e all’organo liturgico, proporrà alcuni Discanti Aquileiesi.

Il duo accompagnerà inoltre il Coro dei Bambini della Scuola di Musica Diocesana di Mortegliano. In occasione dell’evento saranno conferiti riconoscimenti ad alcuni lettori volontari: al gruppo più numeroso, alla famiglia più numerosa, al lettore più anziano e a quello più giovane.

Per l’appuntamento di maggio sarà inoltre completato il caricamento sul portale YouTube dell’intera registrazione della Lettura, suddivisa anch’essa in 1127 video, tanti quanti i lettori. Sarà ancora un altro record, poiché in nessun altra lingua al mondo la lettura integrale della Bibbia è pubblicata on line e consultabile quindi dagli utenti in tutto il mondo. 

“Se qualcuno ha detto che la lettura continua della bibbia in friulano sia stato l’evento culturale più importante che si sia svolto in Friuli durante il 2011 – afferma il presidente dell’Arlef Lorenzo Zanon – posso confermare che di sicuro si è trattato di un chiaro segnale per tutti: il Friuli, con la sua lingua, la sua storia e la sua cultura è più presente e vivo che mai, in barba a tutti i tentativi di omologazione e globalizzazione in atto”.

Per il presidente della Provincia on. Pietro Fontanini, «si è trattato di un grande evento nato dalla volontà di porgere un dovuto riconoscimento all’opera colossale di Pre Checo Placerean e Pre Toni Beline valorizzando al contempo la marilenghe. Lingua madre che tutt’oggi è la lingua della liturgia in molti centri del Friuli e, soprattutto, simbolo dell’identità di un popolo. Vorrei rivolgere un ringraziamento a tutti i 1.127 lettori che si sono alternati giorno e notte in quest’impresa: persone di ogni età e di ogni estrazione sociale che non sono volute mancare a quest’iniziativa che è ormai già storia per il nostro popolo». 

Il grande evento del 27 maggio è dunque un omaggio e un ringraziamento a tutti i lettori.

Per poter partecipare alla serata, i lettori devono manifestare il loro interesse a partecipare all’evento entro e non oltre il 30 aprile 2012 telefonando allo 0432 229127 in orario mattutino (dalle ore 9 alle ore 13, dal lunedì al venerdì) o inviando una email all’indirizzo: bibieparunpopul@caltpr.it 

Dal 1 Maggio la partecipazione all’evento sarà aperta a tutti, fino ad esaurimento posti.

Lascia un commento