Droga, italiano arrestato in Indonesia rischia pena di morte

Arrestato a Bali un italiano di 33 anni perché trovato in possesso di un chilo e 400 grammi di marijuana. Lo ha reso noto un portavoce della polizia locale. L’arresto è avvenuto venerdì pomeriggio all’aeroporto internazionale della località turistica, dove era giunto con un volo da Kuala Lumpur, in Malaysia. Gli agenti hanno scoperto la droga grazie a un controllo ai raggi x dopo che i cani avevano fiutato la marijuana.

Per la severissima legge indonesiana il possesso di più di un chilo di marijuana è punibile con la pena di morte, anche se di solito vengono solo applicate lunghe pene detentive. L’italiano arrestato, le cui iniziali sono D.p., ha riferito di aver acquistato in India la partita di droga. La polizia sospetta che dovesse rifornire altri italiani, nell’ambito di una rete internazionale di spaccio degli stupefacenti.

Lascia un commento