Ecco come cambierà la vita del cittadino in materia di semplificazioni

Andiamo ad analizzare nel dettaglio le modifiche apportate alla vita quotidiana degli italiani.

Cambi di residenza in tempi reali per da evitare i gravi disagi. Oltre 7 milioni di comunicazioni anagrafiche verranno effettuate esclusivamente in via telematica. Previste comunicazioni tra Comuni e Questure relative ai documenti degli stranieri.

I documenti di riconoscimento scadranno il giorno del compleanno.

Tempi più brevi per il rinnovo delle patenti di guida degli ultraottantenni con la visita dal medico monocratico e non più dalla Commissione medica.

Il bollino blu sarà contestuale alla revisione dell’auto, la prima volta dopo quattro anni e poi ogni due anni.

Permesso auto per persone con disabilità. Con un apposito decreto sono definite le modalità per riconoscerne la validità su tutto il territorio nazionale. Meno oneri per le imprese per partecipare alle gare di appalto, con la Banca dati unica le amministrazioni potranno consultare un fascicolo elettronico della documentazione di impresa ed effettuare i controlli sul possesso dei requisiti senza richiedere la documentazione alle imprese.

Astensione anticipata dal lavoro delle lavoratrici in gravidanza. Previste diverse fattispecie di astensione obbligatoria in presenza di determinate condizioni.

Procedure più semplici di esenzione del ticket per i malati cronici. Sarà definita la durata delle esenzioni per eliminare gli adempimenti amministrativi inutili.

Multe, mensa scolastica, tassa sui rifiuti, ticket direttamente da casa. Le amministrazioni pubblicheranno sui siti istituzionali e sulle richieste di pagamento codici Iban e le causali di versamento per effettuare pagamenti elettronici.

Pagamento del bollo online.

Ai cittadini extracomunitari non verranno più richiesti i certificati per le procedure connesse alle leggi sull’immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, ecc.). Saranno le amministrazioni ad acquisire d’ufficio la prescritta documentazione.

A partire dal 1 gennaio 2014 tutte le procedure per i cittadini e le imprese sarannoon line. La certificazione antimafia e il Documento Unico di Regolarità Contributiva saranno acquisiti d’ufficio dalle amministrazioni.

Programma triennale di riduzione degli oneri per le amministrazioni pubbliche.

Saranno potenziati i compiti della cabina di regia per l’Agenda Digitale.

Sanità digitale. Nei Piani di sanità nazionali e regionali si privilegia la gestione elettronica delle pratiche cliniche, attraverso l’utilizzo della cartella clinica elettronica.

Procedure più rapide per le iscrizioni all’università.

Potenziamento dell’autonomia scolastica con la nascita di un organico dell’autonomia per tutte le esigenze e anche per l’integrazione degli alunni con bisogni educativi speciali.

Lascia un commento