Bologna, ricoverato a Parma l’artigiano che si è messo fuoco

Aveva guai penali con il fisco, il muratore di 58 anni casertano, ma residente a Ozzano Emilia, che si è dato fuoco nella sua auto in un parcheggio vicino all’Agenzia delle Entrate di Bologna e che è attualmente ricoverato in gravissime condizioni al centro grandi ustionati di Parma.

Il suo avvocato aveva patteggiato una condanna a 5 mesi per il reato di infedele dichiarazione dei redditi. In sostanza l’uomo aveva utilizzato alcune fatture false nelle dichiarazioni rese al fisco e riguardanti diverse annualità per un importo di alcune decine di migliaia di euro. Il patteggiamento davanti al giudice è accaduto poco dopo il gesto disperato dell’uomo che ora lotta tra la vita e la morte.

Lascia un commento