Olio extravergine di oliva, l’alta qualità a difesa dalle frodi e dalle adulterazioni

E’ il titolo del convegno che si terrà sabato 31 presso la sede ed opificio dell’Organizzazione di Produttori “Olivolio” a Santa Giorgìa di Scido (Rc). Un tema importante che viene affrontato grazie alla presenza di esperti del settore, docenti universitari, ricercatori. Il tutto nell’ambito delle iniziative divulgative previste dal Piano Integrato di Filiera “Olivolio” finanziato dal Dipartimento agricoltura della Regione Calabria. “Olivolio” è l’organizzazione di produttori presieduta da Francesco Macrì, che annovera centinaia di produttori olivicoli che operano sia in area tirrenica che jonica. Da qui il nome dell’olio extravergine di punta ottenuto dagli alberi secolari della Piana e dalle piante delle colline della locride: “Tirjon”. Un olio di alta qualità che si affianca ad un altro olio denominato “Colline del Sud” proprio per sottolineare il forte legame con il territorio di origine.

Il convegno avrà inizio alle ore 10:00 ma già dalle ore 11:00 si svolgerà l’Open Day ovvero “il frantoio aperto a tutti”: visite guidate e degustazioni saranno possibili fino alle ore 16:00 per gruppi, scolaresche, famiglie, che grazie a guide esperte potranno seguire l’ottenimento dell’olio dalla drupa fino alla bottiglia all’interno dell’opificio, per concludere poi con l’assaggio tecnico guidato. “L’obiettivo dell’iniziativa”, sostiene Francesco Macrì, presidente di Olivolio “ è anche quello di divulgare tra gli operatori della filiera concetti tecnici basilari ma anche quello di avvicinare il consumatore alle tematiche riguardanti la qualità dell’olio contro le sofisticazioni: un prodotto che è l’emblema della nostra regione e che deve essere valorizzato al meglio lungo tutta la filiera anche grazie alla consapevolezza del consumatore finale, il quale deve comprendere che avere una bottiglia di olio calabrese a tavola significa vivere ed assaporare un territorio ed un paesaggio a volte unici”.

I lavori, moderati dall’agronomo Rosario Previtera si apriranno con i saluti di Giuseppe Zampogna, sindaco di Scido e con l’introduzione di Francesco Macrì, Presidente dell’ Op Olivolio. Seguono gli interventi di Enzo Perri, direttore Cra-Oli – Cosenza che tratterà la “Caratterizzazione genetica e germoplasma delle cv di olivo calabresi” e di Marco Poiana del Dip. Biomaa dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria il quale tratterà “Le analisi ed i controlli contro le frodi”. Seguirà l’intervento dell’agronomo Paolo Zampogna inerente “La rintracciabilità certificata di prodotto e di filiera” ed infine la relazione di Antonio G. Lauro, Capo panel Regione Calabria – Arsaa su “Il Panel test a garanzia dell’autenticità dell’olio”. Concluderà i lavori l’On. Michele Trematerra, Assessore all’agricoltura della Regione Calabria.

Seguirà la degustazione guidata degli oli extravergine di oliva del territorio e i relativi  abbinamenti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Olio extravergine di oliva, l’alta qualità a difesa dalle frodi e dalle adulterazioni Olio extravergine di oliva, l’alta qualità a difesa dalle frodi e dalle adulterazioni ultima modifica: 2012-03-29T14:29:21+00:00 da Beppe Colonna
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento