In Friuli giovani ingegneri verso l’Esame di Stato

In preparazione all’esame di Stato, un centinaio di giovani ingegneri parteciperanno ai corsi di deontologia e pratica professionale dal prossimo 29 marzo al primo giugno 2012. L’iniziativa, a partecipazione gratuita, è sostenuta finanziariamente dall’Ordine degli ingegneri della provincia di Udine, con la collaborazione dell’Ordine di Pordenone e dell’Università, mentre l’organizzazione è a cura del Consorzio Friuli Formazione.

«L’Ordine provinciale – spiega il presidente Gianpaolo Guaran – supporta con tutti i suoi mezzi un’iniziativa di fondamentale importanza per la preparazione dei laureati in ingegneria. Quello che ci spinge in primis è formare al meglio le giovani generazioni a una professione che ha ricadute molto forti sul territorio. Negli anni scorsi non sono mancati anche colleghi di esperienza che hanno ritenuto opportuno seguire qualche lezione come forma di aggiornamento».

A coordinare la commissione mista Ordine-Università che ha ideato i corsi è il professor Antonino Morassi che spiega: «Siamo alla settima edizione di un progetto apprezzato dai neolaureati e anche dal territorio che accoglierà professionisti più formati e aggiornati».

Le novità di quest’anno? «Alcune lezioni saranno espressamente dedicate alla risoluzione di temi assegnati negli esami di Stato. Inoltre, a fine corso presenteremo ai partecipanti una scheda di autovalutazione delle competenze acquisite. Il progetto è già stato portato all’attenzione del Consiglio degli ingegneri – continua Morassi – e l’auspicio è che in ogni sede nazionale di esami di Stato si costituisca un tavolo tecnico di confronto tra Ordini e Università sulla questione cruciale dell’ingresso nel mondo delle professioni e della definizione di opportuni percorsi di tirocinio».

Lascia un commento